Cuor di Palagianello

Denominazione scuola:

I. C. Marconi di Palagianello

Ordine scuola:

Secondaria_Primo_Grado

Comune:

Palagianello (TA)

Classe:

Seconda B

Lista ingredienti (specificare quali sono avanzi):

Per l'impasto: zucchero 170 g latte 150 g farina tipo 00 (da sostituire a piacere con farina integrale del tutto o in parte) 200 g uova 3 medie lievito 1 bustina mandorle 70 g (avanzate) noci 70 g (avanzate) buccia 1 arancia (avanzata) fecola di patate 100 g olio e.v.o. 150 g Per la crema: succo 2 arance (avanzate) zucchero 2 cucchiai ½ farina tipo 00 2 cucchiai vanillina 1 bustina

Perché è un piatto sostenibile?
Impatto ambientale:

Quanto, secondo te, il piatto impatta sull'ambiente rispetto a energia, emissioni di CO2, imballaggi e utilizzo di acqua? Specifica la motivazione.

La lavorazione degli ingredienti usati per realizzare questo dolce non necessita dell'utilizzo di elettrodomestici, sono sufficienti infatti degli strumenti di utilizzo manuale, come il coltello per tritare gli avanzi di frutta secca e la frusta per amalgamarli. Quanto alla cottura in forno, avviene per breve tempo e a bassa temperatura, ovvero all'incirca per 40 minuti a temperatura di 150°C. La scelta degli ingredienti principali è stata orientata sui prodotti tipici del territorio, la cui produzione avviene a km 0 al fine di limitare le dispersioni di CO2 dovute al trasporto. La coltivazione delle materie prime sopra elencate non richiede grandi quantitativi di acqua, così come minima è la quantità di imballaggi che le racchiudono. Mandorle, noci ed arance in genere sono acquistati al mercato comunale, dove affluiscono settimanalmente i produttori locali, che espongono i loro prodotti sfusi in quantità non predefinite, ma scelte dal cliente e da riporre in sacchetti biodegradabili.

Importanza degli ingredienti:

Quanto, secondo te, il piatto rispetta la territorialità, la stagionalità e la biodiversità degli ingredienti? Specifica la motivazione.

Il sapore che viene maggiormente risaltato nel piatto è quello delle arance, presenti nell'impasto e nella crema. La varietà Clementina del Golfo di Taranto Igp è diffusamente coltivata a Palagianello, la sua maturazione è tipica della stagione invernale, ha un sapore dolce ed aromatico che rende edibile anche la sua buccia. Inoltre il clima soleggiato e poco umido ne favoriscono la capacità di conservazione. La produzione però, che avviene molto spesso in ambito familiare, risulta sovrabbondate rispetto alla richiesta, da qui l'impiego di questo frutto come ingrediente in dolci salva spreco. Un altro ingrediente che caratterizza la ricetta è la frutta secca. Oltre all’olivicoltura, la mandorlicoltura in particolare è molto diffusa in Puglia, soprattutto le varietà Filippo Cea e Genco. Il tipico pranzo pugliese della domenica o delle feste si conclude con la frutta secca, che se non consumate in breve tempo assumono una consistenza meno croccante e necessitano di impieghi alternativi.

Importanza bilanciamento nutrizionale:

Secondo te il piatto è bilanciato, ovvero contiene un giusto bilanciamento nutrizionale? Specifica la motivazione

Gli studenti hanno studiato le quantità dei diversi elementi nutritivi presenti nei vari ingredienti, considerate le esatte quantità utilizzate e hanno stimato i seguenti valori nutrizionali dell’intera torta: - 49,5% di carboidrati, - 9,3% di proteine, - 18% di grassi (da acidi grassi monoinsaturi), - 21,1% di acqua, - 17,1% di fibre. Come suggerito nella lista degli ingredienti è possibile mescolare, o sostituire in parte, la farina tipo 00 con la farina integrale al fine diminuire la quota dei carboidrati ed aumentare quella delle fibre. La presenza della frutta, fresca e secca, garantisce una buona quantità di acqua, vitamine, sali minerali e gruppi antiossidanti. Il latte e le uova contribuiscono soprattutto all’apporto proteico, mentre l’olio extra vergine di oliva, prodotto nella quasi totalità dei casi in ambito familiare, fornisce perlopiù acidi grassi monoinsaturi, ma anche vitamine e polifenoli.

Punti Raccolti:

19